Le statistiche disponibili per la acquisizione dei dati necessari ad una corretta valutazione della consistenza e della qualità del patrimonio edilizio esistente in Valle d'Aosta, sotto il profilo energetico, sono quelle fornite da "ISTAT", "AGENZIA ENTRATE", "COA Valle d'Aosta", i cui dati significativi sono riassunti nella seguente tabella. 

TAB. 1

Descrizione immagine

         In base ai dati statistici sopra riportati, gli alloggi censiti sono 43220 e di questi 37600 sono quelli utilizzati;  il numero di vani può essere determinato in via approssimativa (tenendo conto dello schema ISTAT relativo al censimento del 2011), secondo il seguente calcolo:

[(1x17330)+(2x11678)+(6*x12770)+(10*x1442)]= 131726.

         Tenuto conto che circa il 13 % delle unità immobiliari residenziali sono inutilizzate, risultano 114601 i vani utili.

         L'Agenzia delle entrate, valuta che la sup. media degli alloggi in Valle d'Aosta sia di m² 92 (vedi TAB. 1), per cui si ottiene una sup. complessiva pari a m² 92 x (n° alloggi) 37600 = m² 3459200.

         Se il calcolo vine effettuato assumendo come parametro il numero di vani, si ottine una superficie utile pari a:

n° vani 114601 x m² 20 (sup. vano catastale medio) = m² 2292020.

         Ai fini dei successivi calcoli si ritiene prudenziale e reale, l'adozione del valore di superficie immobiliare complessiva, minore. 

         Si può quindi calcolare la sup. convenzionale media di ogni alloggio (2292020/37600), nella misura di m² 60,95.  

         Prescindendo dalle classificazioni energetiche "virtuose" (A+, A, B, C), si possono effettuare le seguenti valutazioni circa le restanti categorie "energivore" (D, E, F, G):

TAB. 2

Descrizione immagine

          Si evidenzia che sono state prese in considerazione solo le fonti energetiche "non rinnovabili", in quanto principali responsabili dell'inquinamento ambientale e della pesante influenza sulle politiche energetiche nazionali e dei relativi costi.

           Il bilancio energetico riferito alla edilizia residenziale in Valle d'Aosta, può essere schematicamente riassunto, utilizzando le unità di misura di seguto riportate:

 

tep = tonellata equivalente di petrolio;                            1 tep = 11628 kWh;

 

1 ton (gasolio) = 1,08 tep;     1 ton (GPL) = 1,10 tep;     1000 Nmc* (gas naturale - metano) = 0,82 tep;

 

(*) Nmc = normal cubic meter                                                                     

TAB. 3

Descrizione immagine

tep 42365 / 1,08 = ton 39226 (gasolio equivalente)

          Conversione da tep a ton. di gasolio equivalente:  tep/1.08 = ton gasolio equivalente.

tep 42365 / 1,08 = ton 39226 (gasolio equivalente)

          Il prezzo del gasolio per forniture al dettaglio comprensivo di accise e iva (fonte: Ministero dello sviluppo economico - statistiche energia) nel mese di novembre 2014 risulta pari a €/litro 1,406.

          Conversione volume / peso:  1000 kg di gasolio corrispondono a litri 1197,6 (0,835 kg/l).

€/l  1,406 x litri 1197.6 = €/ton 1683,82;

          Risulta quindi un costo per il riscaldamento delle unità residenziali comprese nelle classi G, F, E, D espresso in unità "gasolio equivalente" pari a:

€/ton 1683,82 x ton 39226 = € 66.049.916 / anno.

 

          Se il patrimonio edilizio "energivoro" presente in valle d'Aosta fosse ricondotto in classe energetica B (ipotesi tecnicamente realizzabile nell'ottica di un recupero con elevato rapporto qualità / prezzo), si otterrebbe un consumo pari a:

sup. complessiva alloggi compresi nelle classi G, F, E, D = mq 1.993.796

consumo specifico unità abitativa in classe B = 50 kWh/mq/anno

mq 1.993.796 x 50 kWh/mq/a = kWh/a 99.689.800

          Si calcola quindi un risparmio energetico pari a:

kWh/a 616.701.852 - kWh/a 99.689.800 = kWh/a 517.012.052

 

BENEFICI  ECONOMICI

 

           Il rapporto tra il consumo annuo del patrimonio edilizio "energivoro" pari a kWh/a 616.701.852 e quello calcolato come le lo stesso patrimonio edilizio fosse compreso in classe B, evidenzia un risparmio di circa 83% /a, che equivale ad una minore spesa annuale di € 54.821.430,00.

 

BENEFICI  AMBIENTALI

           La differenza tra il consumo energetico annuale del patrimonio edilizio valdostano compreso nelle classi G, F, E, D e quello ipotizzabile se lo stesso fosse ricondotto in classe B è pari a 517 MWh/a.

           Convenzionalmente 1 litro di gasolio corrisponde a 10 kWh, per cui 517 MWh corrispondono a 51.700.000 litri di gasolio equivalente; la combustione di 1 litro di gasolio comporta la emissione di 2,65 kg di CO2.

 

           La riqualificazione energetica del patrimonio edile ricadente nelle classi energivore G, F, E, D comporterebbe una diminuzione di CO2 pari a 2.65 kg/l x 51.700.000 l = 19.509.434 kg corrispondente ad una minore emissione in atmosfera di 19,5 milioni di tonellate di gas serra.